“ Il loro capitan, pien d’ardimento, Iacopo ebbe nome da Fontanabona” Condottieri friulani al soldo dei Fiorentini nel medioevo | giovedì 16 luglio

UNESCO Udine

Nell’ambito del progetto
ALIMENTALAMENTE”®
Lettura e dintorni, incontri con l’autore, contorni d’arte, echi d’ambiente
e asSaggi culinari della Toscana e del Friuli Venezia Giulia

L’Associazione dei Toscani in Friuli Venezia Giulia, la Pro Loco di Pagnacco con il Patrocinio del Comune di Pagnacco e del Club UNESCO di Udine
Vi invitano alla conferenza:
 “ Il loro capitan, pien d’ardimento,  Iacopo ebbe nome da Fontanabona” Condottieri friulani al soldo dei Fiorentini nel medioevo
Giovedì 16 luglio 2015 ore 20,45
Museo di Storia Contadina di Fontanabona (Pagnacco)

A cura di Flaviano Bosco Letture di Andreina Tonello Accompagnamento musicale Enrico Zampa

Nei primi mesi del 1321, la città di Firenze, in guerra con Lucca, rischiò di soccombere alla violenza e alla tenacia delle truppe guidate da Castruccio Castracani degli Intelminelli. Il Consiglio della città pensò che solamente l’intervento e la determinazione di guerrieri d’eccezionale livello e ferocia, pronti a tutto, potevano salvare la situazione ormai gravemente compromessa.
Firenze inviò immediatamente i propri ambasciatori il Friuli per assoldare i più efficienti e spietati mercenari dell’epoca, quelli al servizio dei
Patriarchi d’Aquileia e, in quel momento, di Enrico II, conte di Gorizia.
Erano conosciuti in tutt’Europa per la loro ferocia e crudeltà ma anche per la loro abilità nell’utilizzo, sul campo di battaglia, di strumenti di morte tra i più letali, cui nemmeno le corazze potevano resistere. I cavalieri friulani, infatti, padroneggiavano con destrezza la difficile arte di scagliare
micidiali dardi al galoppo sfrenato come facevano gli invincibili guerrieri mongoli delle steppe dell’Asia.
In capo a qualche mese dal Friuli arrivarono a Firenze più di 300 cavalieri con il loro seguito di armati e, capitanati dallo spietato Jacopo Giova ni Da Fontanabona costrinsero alla ritirata Castruccio e le sue truppe lucchesi.
Ma come tutti i mercenari, anche i friulani erano pronti a vendersi al miglior offerente e l’astutissimo Castruccio seppe rovesciare la situazione a
proprio favore.  Jacopo Da Fontanabona, straordinario condottiero friulano dalle mille battaglie, è considerato uno dei primi capitani di ventura della storia italiana. La sua è una vicenda poco nota al di fuori della stretta cerchia degli appassionati ma che è così ricca di emozioni, avventure, battaglie, tradimenti da essere in grado di affascinare chiunque.

INGRESSO LIBERO

Prodotti toscani

Associazione dei Toscani in Friuli Venezia Giulia via A. Diaz 60 – 33100 Udine tel. 340.2885371 -335.6052508 mail: toscani@toscani.fvg.it  – www.toscani.fvg.it





I commenti sono chiusi.