Lutto nel mondo UNESCO per la scomparsa di Marialuisa Stringa

Maria Luisa Stringa; Club UNESCO Gorizia; Club UNESCO Udine

Si è spenta lunedì 15 giugno a Firenze Marialuisa Stringa, per noi Milù, Madrina del Club UNESCO di Gorizia, docente universitaria e presidente fondatrice del Centro UNESCO di Firenze.

Molto conosciuta a Firenze per le sue attività culturali. Cugina di Bruna Muzzolini Tomasini Presidente del primo Club UNESCO di Gorizia e fondatrice del Centro Studi e Restauro di Gorizia, di cui Marialuisa ha dato un concreto contribuito per la sua creazione. Al rinato Club UNESCO di Gorizia, Marialuisa ha voluto che tra le numerose attività del Club ci fosse l’impegno per il nostro caro fiume Isonzo, per la sua valorizzazione e tutela non solo come sito naturale paesaggistico ma soprattutto per la sua storicità e per il suo valore immateriale degno di essere tutelato e candidato nel Patrimonio UNESCO.

I funerali della professoressa Stringa si svolgeranno mercoledì 17 giugno alle 15.30 presso la Chiesa di San Francesco in piazza Savonarola a Firenze.

Nata a Venezia e laureata in Filosofia con una tesi sull’etica, docente universitaria e di scuola superiore, si è dedicata successivamente al mondo delle biblioteche, con particolare attenzione alle Pubblicazioni UNESCO che ha seguito durante il suo lavoro presso la Biblioteca di Documentazione Pedagogica di Firenze.

Nel 1971 ha fondato il Centro UNESCO di Firenze che è divenuto sotto la sua guida Biblioteca Associata all’UNESCO. Dalla sua fondazione fino ad oggi ha presieduto lo stesso Centro UNESCO di Firenze e nel 1979 ha contribuito a creare la Federazione Italiana Club e Centri UNESCO – FICLU, della quale è stata prima Segretario Generale e poi Presidente dal 2001 al marzo 2013, quando è stata acclamata dall’Assemblea Presidente Emerito.

Alla guida della FICLU ha contribuito significativamente a diffondere in tutta Italia gli ideali e programmi di azione dell’UNESCO, favorendo la nascita di moltissimi clubs e mantenendo sempre contatti diretti con l’ UNESCO a Parigi. A livello mondiale sotto la sua guida la Federazione Italiana è stata membro attivo nella costituzione della Federazione Mondiale Clubs UNESCO nel 1981 (FMACU) e della Federazione Europea dei Clubs UNESCO nel 2001. Proprio grazie al suo impegno in seno alla FMACU, di cui è stata Vice Presidente e del cui Consiglio Direttivo era successivamente divenuta membro onorario, nel 2013 fu organizzato a Lucca e a Firenze il Consiglio Esecutivo della FMACU con il Convegno sull’etica globale a seguito del quale è stata adottata la dichiarazione di Firenze sull’etica globale.

Fino all’ultimo è stata presente e relatrice a numerosi convegni in Italia e nel mondo, diffondendo attraverso i suoi interventi gli ideali dell’UNESCO e i suoi programmi di azione. A dicembre è venuta a Gorizia in occasione della candidatura della nostra città quale sede per l’Assemblea Nazionale della Federazione Italiana dei Club e Centri UNESCO FICLU che si è svolta ad aprile scorso e, proprio in quell’occasione, i suoi preziosi suggerimenti hanno consentito al Club di Gorizia di svolgere con responsabilità e coraggio tutte le attività in programma.

“Il Mio Isonzo” è il concorso di cultura organizzato dal Club UNESCO di Gorizia giunto alla sua terza edizione e che quest’anno verrà dedicato alla nostra amata madrina Marialuisa Stringa con un Premio Speciale.

Proclamata Cavaliere al merito della Repubblica dal Presidente Ciampi e successivamente Ufficiale dal Presidente Napolitano, è stata anche Presidente dell’Associazione Italiana Fulbright.

maria luisa stringa





I commenti sono chiusi.