XXI EDIZIONE DEL PREMIO INTERNAZIONALE “UDINE CITTÀ DELLA PACE”2021

UDINE CITTÀ DELLA PACE; Udine

Cerimonia Ufficiale di consegna del PREMIO “UDINE CITTÀ DELLA PACE” XXI Edizione

SALA AJACE di PALAZZO D’ARONCO
Piazza Libertà - Loggia del Lionello - Udine
GIOVEDI’ 16 DICEMBRE 2021 - ORE 17.00

dedicato a: Marialuisa Stringa Presidente Emerito della FICLU in occasione del 943° anniversario dell’atto di nascita della Patria del Friuli - Patrie dal Friûl

UDINE: CAPITALE DEL FRIULI STORICO
3 Aprile 1077: l’imperatore Enrico IV emanò la Bolla, che decretò l’istituzione dello Stato patriarcale friulano, entità statale che divenne una delle maggiori potenze dell’Europa centrale e dell’Italia di allora
13 Settembre 1223: Istituzione delle città mercato, divenute metropoli di una Friulanità generata da un foro internazionale intitolato a Giulio Cesare

COMPOSIZIONE DELLA GIURIA
Dorino FAVOT Presidente dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani Friuli Venezia Giulia)
Pietro FONTANINI Sindaco del Comune di Udine
Giuseppe MORANDINI Presidente della Fondazione Friuli
Roberto PINTON Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Udine
Renata CAPRIA D’ARONCO Presidente del Club per l’UNESCO di Udine

RIFLESSIONI SULLA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO (73° ANNIVERSARIO)
Renata CAPRIA D'ARONCO,
Presidente del Club per l'UNESCO di Udine
Teresa GUALTIERI,
Presidente Nazionale della FICLU, Presidente del Club per l'UNESCO di Catanzaro
Consiglio direttivo del Club per l'UNESCO di Udine:
Maurizio CALDERARI, Francesca Romana ROSSI, Daniele DAMELE, Andrea FASOLO, Renza FRANZ, Giovanni PAPINUTTI

FINALITÀ
Il Club per l’UNESCO di Udine - a continuazione del “Decennio dedicato alla Pace” proclamato dall’ONU e fatto proprio dall’UNESCO e in accordo con i Club per l’UNESCO di Gorizia e di Venezia - ha
indetto la ventesima Edizione del Premio “Udine Città della Pace”, quale contributo alle iniziative assunte sul territorio italiano ed estero, in seno al “Friuli Storico”: dalle Alpi al Mare, dal Livenza al Timavo.
Il Club, impegnato a costruire “ponti” con gli attori della società civile, ha inteso porgere, negli anni, un riconoscimento a persone, Associazioni Istituzioni o Enti che si siano distinti, in loco e oltre, in attività di
testimonianza e di promozione di valori relativi alla Pace, attraverso la cooperazione intellettuale: Educazione, Scienza, Cultura, Comunicazione.
Nel ricordare l’intitolazione di Piazza Giacomo Matteotti3 a “Monumento Simbolo di Pace” della Città di Udine (17 Dicembre 2000), il Club mira a rinnovare e a sottolineare il messaggio della dedizione alla cultura della Pace e della nonviolenza, accanto al riconoscimento e alla condivisione dei diritti, e quindi dei doveri universali, che, da oltre sette lustri, contraddistingue l’obiettivo e il contenuto dell’azione del sodalizio udinese.


ON LINE
21^ edizione del Premio Udine Città della Pace su Zoom
https://us02web.zoom.us/j/83986602194?pwd=UGxjdEh3dW5QSWFhbFJFa1VRVWw4Zz09
ID riunione: 839 8660 2194
Passcode: 260658


Consiglio Direttivo del Club per l’UNESCO di Udine: Renata CAPRIA D’ARONCO, Maurizio CALDERARI, Francesca Romana ROSSI, Daniele DAMELE, Andrea FASOLO, Renza FRANZ, Giovanni PAPINUTTI


 


Riconoscimento Internazionale “Udine Città della Pace” 2017 - XVII Edizione

Il 2000 fu proclamato dalle Nazioni Unite “Anno Internazionale della Cultura della Pace”, su iniziativa dell’UNESCO

Il 17 dicembre 2000, Piazza G. Matteotti  (già Piazza San Giacomo, il “Salotto di Udine”) venne proposta - da oltre un centinaio di cittadini udinesi, in particolare giovani  - quale “Monumento Simbolo di Pace”. (v. retro del foglio: targa posta nel lato Ovest della Piazza).

Il Club per l’UNESCO di Udine prosegue nel portare il proprio apporto alle iniziative assunte sul territorio relativo al “Friuli Storico” (dalle Alpi al Mare, dal Livenza al Timavo), del proposito dell’UNESCO: la promozione della  Pace attraverso la cooperazione intellettuale.

Il Club di Udine mira, pertanto, a sottolineare e a rinnovare il messaggio dell’impegno per la cultura della Pace e della non-violenza, accanto al riconoscimento e alla condivisione dei diritti, e quindi dei doveri, universali, con attenzione speciale nei riguardi delle giovani generazioni, proponendo - in sintonia con altre agenzie educative - la riflessione  e la concreta interiorizzazione dei principi universali dell’Organizzazione Internazionale - che da oltre tre decenni contraddistinguono l’obiettivo  e il contenuto dell’azione del Sodalizio udinese - tramite un approccio, nell’ottica dell’UNESCO, verso il mondo ed i suoi abitanti, basato sul rispetto della dignità umana, sulla libertà di espressione, di parola e di culto, sulla democrazia e quindi la Pace.

A proseguimento del primo Decennio dedicato alla Pace proclamato dall’ONU e dall’UNESCO, nel 939° anniversario dell’atto di nascita della Patria del Friuli - Patrie dal Friûl - (Il 3 aprile 1077 l’imperatore Enrico IV istituì lo Stato Patriarcale friulano e con esso l’antesignano Parlamento moderno d’Europa, uno dei primi esempi di Parlamento al mondo), il Club per l’UNESCO di Udine, in accordo con i Club per l’UNESCO di: Aquileia (UD), Gorizia, Venezia e Rivamonte Agordino (BL), indice la diciasettesima Edizione del Riconoscimento “Udine Città della Pace”, con l’intenzione di porgere un segno di stima a persone,  Associazioni, Istituzioni o Enti che si siano distinti, in loco e oltre (nel territorio italiano e all’estero), in attività di testimonianza e di promozione di valori relativi alla Pace, negli ambiti di: Educazione, Scienza, Cultura, Comunicazione.

Il Riconoscimento “Udine Città della Pace”, conferito, fino al 2011, presso il  Salone del Parlamento della Patria del Friuli, nel Castello di Udine, (dove si riuniva il Consiglio della Patria del Friuli, durato fino all’occupazione napoleonica del 1797), anche nel 2017 verrà consegnato in “Sala Ajace” di Palazzo D’Aronco (Piazza Libertà), costruito fra il 1911 e il 1925 ad opera dell’architetto friulano Raimondo D’Aronco.

L’evento avrà luogo nella giornata di Venerdì 15 Dicembre 2017, alle ore 17.00, diciasettesimo anniversario dell’intitolazione di Piazza Matteotti (già Piazza San Giacomo, il “Salotto di Udine”), a “Monumento Simbolo di Pace”.

 

COMITATO ORGANIZZATORE E SEGRETARIATO GENERALE

Le candidature al Riconoscimento (corredate da curricolo) segnalate da persone, Associazioni,  Enti e  Istituzioni vengono protocollate dal Segretariato Generale del Club che ha compiti di coordinamento e di assistenza nella messa a punto e nello sviluppo del Progetto, cura l’accoglienza delle proposte trasmesse e le sottopone all’analisi del Comitato Organizzatore.

Il Comitato Organizzatore del Club per l’UNESCO di Udine, ideatore e organizzatore dell’iniziativa, opera presso la sede legale del Club, sita in Udine, via Solferino, 7 (cell. 330.241160; tel./fax 0432.521124;  clubunesco_udine@libero.it; www.udineclubunesco.org).

Le proposte vanno inviate al Club entro il 2 ottobre 2017 (Giornata Internazionale della Non-Violenza).

 Renata Capria D’Aronco

Presidente del Club per l’UNESCO di Udine

__________________________________________________

 

Nell’anno 2000 un centinaio di cittadini udinesi - in particolare giovani -  proposero  Piazza “G. Matteotti” (già Piazza San Giacomo, il “Salotto di Udine”), come “Monumento Simbolo di Pace”

Il 17 Dicembre 2000, a Udine,  avvenne la cerimonia per  il riconoscimento del Monumento “Messaggero di una Cultura di Pace”

17.XII.2017:  17° ANNIVERSARIO della Cerimonia di apposizione della Targa

Principi che stanno alla base del Programma coordinato da Marialuisa Stringa, [Segretario Generale della FICLU (Federazione Italiana Club e Centri UNESCO), durante la presidenza di Tullio Tentori],: nello spirito che l’UNESCO e la Commissione Italiana raccomandano, come è stato sempre indicato ai Club interessati all’ambito riconoscimento, “è fondamentale che il monumento o sito riconosciuto continui a realizzare la sua missione di Pace attraverso programmi, iniziative, conferenze, incontri di formazione volti a costruire la Pace”.

Il programma “Monumenti Simboli di Pace”, creato dall’UNESCO in occasione dell’Anno per la Cultura  di Pace, intende affermare che il luogo o il sito indicato, in  forza del messaggio che sa offrire, sul territorio, agli abitanti tutti, in particolare ai giovani,  deve  avere rappresentato e continuare a rappresentare tuttora - un  significato di Pace, avvertito come tale dai cittadini ai quali  il Bene indicato ‘appartiene’ simbolicamente. Il valore artistico non rappresenta elemento determinante. Ciò al fine di non ingenerare l’interpretazione che il sito o il monumento sia stato dichiarato dall’UNESCO Governativo “Patrimonio Mondiale ” e non sia invece - ed esclusivamente - “simbolo e testimonianza di Pace” nel passato,  nel presente e impegno per la perenne costruzione di una cultura di Pace”.

Centodue anni dopo la Grande Guerra, trentatrè anni in seguito alla Dichiarazione sul Diritto dei popoli alla Pace sancito dall’Assemblea Generale (con la Risoluzione 39/11 del 12 Novembre 1984) e ventotto anni dopo il lancio, da parte dell’ONU e dell’UNESCO, del concetto di “Cultura della Pace.


Cerimonia Ufficiale di consegna del PREMIO “UDINE CITTÀ DELLA PACE” XVI Edizione “SALA AJACE” DI PALAZZO D’ARONCO | giovedì 15 aprile 2016

 

 

XVI EDIZIONE DEL PREMIO INTERNAZIONALE
promosso dal Club per l’UNESCO di Udine
“UDINE CITTÀ DELLA PACE”
dedicato a: Marialuisa Stringa Presidente Emerito della FICLU

in occasione del 938° anniversario dell’atto di nascita  della Patria del Friuli - Patrie dal Friûl
UDINE: CAPITALE DEL FRIULI STORICO
3 Aprile 1077: l’imperatore Enrico IV emanò la Bolla, che  decretò l’istituzione dello Stato patriarcale friulano, entità  statale che divenne una delle maggiori potenze dell’Europa  centrale e dell’Italia di allora

SALA AJACE DI PALAZZO D’ARONCO 2
Piazza Libertà - Udine

GIOVEDI’ 15 DICEMBRE 2016 - ORE 17.00

Cerimonia  Ufficiale  di  consegna  del

PREMIO  “UDINE CITTÀ DELLA PACE”

XVI  Edizione

“SALA AJACE”  DI  PALAZZO D’ARONCO2

PROGRAMMA:

a. Momento musicale: esecuzione di "Eternity", inno del Club per l’UNESCO di Udine esteso al Friuli Storico [(composto da Barbara SABBADINI (Esponente del Club per l’ UNESCO di Udine con delega per la Musica)], già presentato a Udine il 19.XII.2014, alla presenza di Marialuisa STRINGA.

 

b.    La Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo (10-XII) - 68° Anniversario - Riflessioni

Renata CAPRIA D’ARONCO - Udine

Presidente del Club per l’ UNESCO di Udine

Alfredo ARPAIA - Napoli

Presidente Nazionale della LIDU (Lega Italiana dei  Diritti dell’Uomo) - FIDH (Federazione Internazionale dei Diritti Umani)

Maria Paola AZZARIO - Torino

Presidente Nazionale della FICLU (Federazione Italiana Club e Centri per l’UNESCO), Presidente del Centro per l’UNESCO di Torino, Vice Presidente della Federazione Europea Centri e Club per l’UNESCO, Membro dell’Esecutivo Mondiale.

c.    Comunicazioni in merito al Concorso 2016/17

“I Giovani e la Pace” - Undicesima Edizione: rivolto a studenti frequentanti Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado e Università degli Studi.

La Pace, con la Giustizia e la Verità, sempre: oggi e domani. Proposte per l’avvicinamento delle culture

 

d.                  Conferimento del Premio

“Udine Città della Pace”

XVI Edizione

 

  1. e. Brani musicali eseguiti dal Barbara SABBADINI Group (composti da Barbara SABBADINI)

- Tracce

- Il Tempio del Ricordo

- La Meraviglia

- Udine, Città della Pace

Musicisti:

Andrea Tommasino - Giovanni Fabris - Pasquale Germanese - Paola Sagliocca - Laura Bonassin

Eramis Marin Aquila - Barbara Sabbadini - Alessandro Piputto

 

FINALITÀ DEL PREMIO

 

Il Club per l’UNESCO di Udine - a continuazone del “Decennio dedicato alla Pace” proclamato dall’ONU e fatto proprio dall’UNESCO e in accordo con i Club per l’UNESCO di: Aquileia, Gorizia, Venezia e Rivamonte Agordino (BL) - ha indetto la sedicesima Edizione del Premio “Udine Città della Pace”, quale contributo alle iniziative assunte sul  territorio italiano ed estero, a partire dal “Friuli Storico”: dalle Alpi al Mare, dal Livenza al Timavo.

Il Club, impegnato a costruire “ponti” con gli attori della società civile, ha inteso porgere un riconoscimento a persone, Istituzioni, Associazioni o Enti che si siano distinti, in loco e oltre, in attività di testimonianza e di promozione di valori relativi alla Pace, attraverso la cooperazione intellettuale: Educazione, Scienza, Cultura, Comunicazione.

A seguito della proposta dell’UNESCO (International Decade for a Culture of Peace), nell’anniversario dell’intitolazione di Piazza G. Matteotti (già Piazza San Giacomo, il “Salotto di Udine”) a “Monumento Simbolo di Pace” della Città di Udine (17 Dicembre 2000), il Club mira a rinnovare e a sottolineare  il messaggio della dedizione alla cultura della Pace e della non-violenza, accanto al riconoscimento e alla condivisione dei diritti, e quindi dei doveri universali, che, da oltre tre decenni, contraddistingue l’obiettivo e il contenuto dell’azione del sodalizio udinese

“Tutti gli esseri umani nascono liberi e uguali nella dignità e nei diritti. Sono dotati di ragione e di coscienza. Devono agire gli uni verso gli altri con spirito di fratellanza”.

(Art. 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo)

“Poiché le guerre nascono nell’animo degli uomini, è l’animo degli uomini che deve essere educato alla difesa della pace.”

(Preambolo dell’Atto Costitutivo dell’UNESCO)

A continuazione del Decennio dedicato alla Pace proclamato dall’ONU e fatto proprio dall’UNESCO

(International Decade for a Culture of Peace - 2000)

e dell’Anno delle Nazioni Unite per

l’Eredità Culturale (2002)

68  anni dalla Dichiarazione Universale dei

Diritti dell’Uomo

 Trentun anni fa, il 17 Dicembre 1975, entrava in vigore la Convenzione Istitutiva della Lista del Patrimonio Mondiale, approvata tre anni prima dall’UNESCO

 69° Anno dalla Fondazione del primo Club UNESCO nel mondo, ad opera di Koichi Ueda: 19.VII.1947 Senday (Giappone)


REMIO UDINE CITTA' DELLA PACE

PREMIO 2015 DEL CLUB PER L’UNESCO DI UDINE A “ENTE FRIULI NEL MONDO”

Durante la manifestazione “UdineCittà della Pace” 15^ Edizione, che si è svolta di recente in Sala Ajace di Palazzo D’Aronco, è stato consegnato il premio 2015 al Past Presidente Piero Pittaro, in rappresentanza dell’Ente Friuli nel Mondo, da lui diretto fino a poco fa.

Sono intervenuti alla cerimonia: il Sindaco di Udine, Furio Honsell, la Presidente Nazionale della FederazioneItaliana dei Club e Centri per l’UNESCO, Maria Paola Azzario (presentata al pubblico e alle autorità da Renata Capria D’Aronco, Presidente del Club per l’UNESCO di Udine), la dirigente dell’Istituto B.Stringher di Udine (Scuola Associata all’UNESCO), Anna Maria Zilli, che, nell’ ambito della sua relazione, ha sottolineato l’impegno dell’allieva Lucrezia Toncic, vincitrice ex equo (Scuola Secondaria di secondo grado) del Concorso Nazionale sui Diritti Umani; la presidente provinciale della LIDU-FIDH, Francesca Romana Rossi, delegata da Alfredo Arpaia, Presidente Nazionale; Beny Angioli e Maurizio Calderari (Vicepresidente).

club UNESCO Udine; premio Udine città della Pace;M


club UNESCO Udine; premio Udine città della Pace;M

XV EDIZIONE PREMIO “Udine Città della Pace” | venerdì 18 dicembre

XV EDIZIONE PREMIO “Udine Città della Pace”

dedicato a

- Marialuisa Stringa, Presidente Emerito della FICLU (Federazione  Italiana Club e Centri UNESCO)

- Angelo Candolini, Sindaco del Comune di Udine

 

CON L’ADESIONE  DEL

PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

E SUA MEDAGLIA DI RAPPRESENTANZA

 

in occasione del 937° anniversario dell’atto di nascita  della Patria del Friuli - Patrie dal Friûl

SALA AJACE DI PALAZZO D’ARONCO

Piazza Libertà - Udine

VENERDÌ 18  DICEMBRE 2015  -  ORE 17.00

udine città della pace; club UNESCO Udine; Udine
UDINE: CAPITALE DEL FRIULI STORICO 1077: l’imperatore Enrico IV emanò la Bolla, che decretò l’istituzione dello Stato patriarcale friulano, entità statale che divenne una delle maggiori potenze dell’Europa centrale e dell’Italia di allora

 

 IN ALLEGATO, IL PROGRAMMA DELLA CERIMONIA UFFICIALE DI CONSEGNA DEL PREMIO

CLUB UBNESCO UDINE; UDINE

 


club UNESCO Udine; premio Udine città della Pace;M

Premio Internazionale “Udine Città della Pace” 2015 - XV Edizione - Bando

IN ALLEGATO: Il form per proporre idee per iniziative finalizzate alla cultura Pace da proporre alla cittadinanza e da realizzare in Piazza Matteotti

Le proposte sono da inviare al Club UNESCO di Udine entro il 10 Dicembre 2015 (Giornata dei Diritti dell’Uomo)

udine città della pace; club UNESCO di Udine

Il 2000 fu proclamato dalle Nazioni Unite “Anno Internazionale della Cultura della Pace” su iniziativa dell’UNESCO

Il 17 dicembre 2000, Piazza G. Matteotti (già Piazza San Giacomo, il “Salotto di Udine”) venne proposta - da oltre un centinaio di cittadini udinesi, in particolare giovani - quale “Monumento Simbolo di Pace”. (v. targa posta nel lato Ovest della Piazza).

Il Club UNESCO di Udine1 prosegue nel portare il proprio apporto alle iniziative assunte sul territorio relativo al “Friuli Storico”: dalle Alpi al Mare, dal Livenza al Timavo, del proposito dell’UNESCO: la promozione della Pace attraverso la cooperazione intellettuale.

Il Club di Udine mira, pertanto, a sottolineare e a rinnovare il messaggio dell’impegno per la cultura della Pace e della non-violenza, accanto al riconoscimento e alla condivisione dei diritti, e quindi dei doveri, universali, con attenzione speciale nei riguardi delle giovani generazioni, proponendo - in sintonia con altre agenzie educative - la riflessione e la concreta interiorizzazione dei principi universali propri dell’Organizzazione Internazionale - che da tre decenni contraddistinguono l’obiettivo e il contenuto dell’azione del Sodalizio Udinese - tramite un approccio, nell’ottica dell’UNESCO, verso il mondo ed i suoi abitanti basato sul rispetto della dignità umana, sulla libertà di espressione, di parola e di culto, sulla democrazia e quindi la Pace.

A proseguimento del primo Decennio dedicato alla Pace proclamato dall’ONU e dall’UNESCO, nel 937° anniversario dell’atto di nascita della Patria del Friuli - Patrie dal Friûl - (Il 3 aprile 1077 l’imperatore Enrico IV istituì lo Stato Patriarcale friulano e con esso l’antesignano Parlamento moderno d’Europa e uno dei primi esempi di Parlamento al mondo), il Club UNESCO di Udine, in accordo con i Club UNESCO di Aquileia, Gorizia, Venezia e Rivamonte Agordino (BL), indice la quindicesima Edizione del Premio “Udine Città della Pace”, con l’intenzione di porgere un segno di riconoscimento a persone, Istituzioni, Associazioni o Enti che si siano distinti, in loco e oltre, in attività di testimonianza e di promozione di valori relativi alla Pace, mediante la cooperazione intellettuale, negli ambiti di: Educazione, Scienza, Cultura, Comunicazione.

Il Premio “Udine Città della Pace”, conferito, fino al 2011, presso il Salone del Parlamento della Patria del Friuli, nel Castello di Udine, (dove si riuniva il Consiglio della Patria del Friuli, durato fino all’occupazione napoleonica del 1797), nel 2015 verrà consegnato in “Sala Ajace” di Palazzo D’Aronco (Piazza Libertà), costruito fra il 1911 e il 1925 ad opera dell’architetto friulano Raimondo D’Aronco. L’evento avrà luogo nella giornata di Venerdì 18 dicembre 2015, alle ore 17.00, quindicesimo anniversario dell’intitolazione di Piazza Matteotti (già Piazza San Giacomo, il “Salotto di Udine”), a “Monumento Simbolo di Pace”.

 

COMITATO ORGANIZZATORE E SEGRETARIATO

Le candidature al Premio, segnalate da persone, Enti, Istituzioni e Associazioni, saranno prese in visione dal Comitato Direttivo del Club UNESCO di Udine, ideatore e organizzatore del Premio.

La sede operativa del Comitato, che si riunisce periodicamente fino alla consegna del riconoscimento, è presso la sede legale del Club UNESCO, sita in Udine, via Solferino, 7 (tel./fax 0432.521124; cell. 330.241160; clubunesco_udine@libero.it; www.udineclubunesco.org).

Il Segretariato Generale ha compiti di coordinamento e di assistenza nella messa a punto e nello sviluppo del Progetto; cura l’accettazione delle proposte trasmesse e le sottopone all’analisi del Comitato.

Le candidature vanno inviate al Club entro il 2 ottobre 2015 (Giornata Internazionale della Non-Violenza).

 

GIURIA

La Giuria ha quindi l’incarico di votare e quindi di indicare il premiando fra le candidature raccolte dal Comitato Organizzatore, con motivazione espressa.

La Giuria, il cui responso è inappellabile, è composta da Rappresentanti di Enti, Associazioni e Istituzioni e dal Presidente del Club UNESCO di Udine.

Renata Capria D’Aronco

Presidente del Club UNESCO di Udine


XIV EDIZIONE PREMIO “UDINE CITTÀ DELLA PACE” | venerdì 19 dicembre

Venerdi’  19 Dicembre  2014 -  ore 17.00

SALA AJACE DI PALAZZO  D’ARONCO Piazza Libertà - Udine

dedicato al 936° anniversario dell’atto di nascita della Patria del Friuli Patrie dal Friûl

CON L’ADESIONE  DEL
PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
E SUA MEDAGLIA DI RAPPRESENTANZA

UDINE: CAPITALE DEL FRIULI STORICO
1077: l’imperatore Enrico IV emanò la Bolla, che decretò l’istituzione dello Stato patriarcale friulano, entità statale che divenne una delle maggiori potenze dell’Europa centrale e dell’Italia di allora

 

tutte le informazioni nell'allegato scaricabile